.

This is quintagroup.theme.schools top portlets manager
Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Notizie Voucher digitali: 100 milioni a fondo perduto per le MPMI

Voucher digitali: 100 milioni a fondo perduto per le MPMI

Voucher digitali: 100 milioni a fondo perduto per le MPMI
Voucher digitali: 100 milioni a fondo perduto per le MPMI

Voucher digitali

Come previsto all’articolo 6, del Decreto 145/2013, convertito con la L. 9/2014, inserito fra le “misure per favorire la digitalizzazione e la connettività delle piccole e medie imprese” è stato firmato, dai Ministeri, il primo provvedimento attuativo, come previsto dal Decreto Destinazione Italia: fino a 10 mila euro per le imprese che innovano i processi aziendali.

Beneficiari
Mise e Mef hanno firmato il decreto, che consente a micro, piccole e medie imprese (MPMI) di ottenere un voucher fino a 10mila euro per l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano, per esempio, l’e-commerce.
Nel decreto si dettano le regole tecniche per l’erogazione dei contributi a fondo perduto per un totale di 100 milioni di euro (saranno quindi minimo circa 10mila le aziende coinvolte).
Il contributo potrà coprire fino al 50 per cento delle spese considerate ammissibili.

Spese ammissibili
Si tratta di fondi, si legge nel decreto, che dovranno essere destinati all’acquisto di “software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale; la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro; lo sviluppo di soluzioni di e-commerce; la connettività a banda larga e ultralarga; il collegamento a Internet (anche mediante tecnologia satellitare, ndr); la formazione qualificata, nel campo Ict, del personale”.


Presentazione della domanda
I termini dell’apertura dello sportello per le domande saranno fissati prossimamente, con un provvedimento apposito del MISE. Le richieste comunque andranno trasmesse esclusivamente attraverso la procedura informatica, che sarà disponibile sul sito del Ministero stesso, mentre un decreto dirigenziale indicherà la ripartizione delle risorse per regione
Per presentare la domanda le imprese dovranno disporre di un indirizzo di posta elettronica e della firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato. L’erogazione del contributo avvererà in un’unica soluzione, ma in ogni fase il ministero dello Sviluppo potrà effettuare controlli e ispezione al fine di verificare l’effettiva acquisizione dei beni o dei servizi oggetto del voucher.

« dicembre 2018 »
dicembre
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31